Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    
14:30
18:30
18 OTT

XXIV rapporto congiunturale e previsionale CRESME

Il primo ciclo edilizio per l’ambiente costruito: sicurezza, rigenerazione urbana, energy technology, micro-domanda, opere pubbliche e territorio digitale

location Auditorium Unipol Banca - Piazza Costituzione 2

 

La presentazione del Rapporto congiunturale CRESME torna a Bologna come evento pre-fiera di SAIE 2016, un momento importante dedicato all’analisi e alla previsione delle dinamiche di mercato delle costruzioni in un momento di storica trasformazione.

 

Le costruzioni sono inserite in un contesto economico debole e complesso, ma, in crescita. E se l’incertezza descritta nel rapporto dello scorso anno sulla base di elementi politici, finanziari, nazionali e internazionali, non svanisce e preoccupa, anche per il settore delle costruzioni, come previsto, più di qualcosa si muove e, soprattutto, sono attesi tempi migliori: lo dicono i programmi e la spesa di opere pubbliche, i dati sulla riqualificazione edilizia e energetica, quelli sul mercato immobiliare e quelli dell’edilizia non residenziale di nuova produzione; non lo dicono, invece, i dati della nuova produzione residenziale che continua a frenare, e così la ripresa del settore resta contenuta.

 

Si è entrati però in un nuovo ciclo: da un lato, anche a seguito del sisma in centro Italia, si registra una maggiore attenzione agli investimenti nelle costruzioni da parte pubblica e si discute di una nuova politica industriale di lungo periodo per il patrimonio edilizio italiano, con al centro nuove risorse per la “rigenerazione” (finalmente una politica nazionale); dall’altro la nuova fase storica si caratterizza per una vera e propria rivoluzione in cui cambiano le tecnologie e le loro applicazioni a edifici e infrastrutture, si modificano i comportamenti della domanda e i modelli di vita e di lavoro, si ridefiniscono i modelli di offerta e di redditività.

 

Si apre così una stagione in cui le costruzioni sembrano tornare al centro dell’attenzione della politica e dell’economia mentre sono investite, con potenzialità che sorprendono, dal profondo processo di innovazione della quarta rivoluzione industriale cyber-fisica. Per il settore è un’occasione da non mancare anche sul piano culturale; è infatti vitale per la politica e per l’offerta la capacità di avere una visione del futuro e di avviare un vero salto culturale portando le costruzioni alla testa del processo di innovazione.

 

Fornire una chiara descrizione del presente e una convincente visione del futuro che accompagni le decisioni è l’obiettivo del XXIV Rapporto del CRESME.

 

 

PROGRAMMA 

 

14:30

Registrazione partecipanti al convegno

 

15:00

Saluti di benvenuto

Franco Boni - Presidente di BolognaFiere

 

15:15

Presentazione del XXIV Rapporto Congiunturale e Previsionale Cresme

Lorenzo Bellicini - Cresme

  1. Lo scenario economico mondiale:
    La complessità del quadro economico e una crescita moderata "per troppo tempo", Brexit e la crisi politica Europea, scenari previsionali a confronto.
     
  2. Il mercato mondiale delle costruzioni 2016-2021:
    150 Paesi a confronto: lo scenario internazionale e previsionale (residenziale, non residenziale, genio civile, riqualificazione) - Approfondimenti sui principali mercati: Cina, India, Brasile, Russia, MENA (Medio Oriente e Nord Africa), Regno Unito Paesi europei.
     
  3. Le costruzioni in Italia: congiuntura 2007-2016 e previsioni triennali 2017-2021:
    Il quadro macro-economico. Le dinamiche demografiche. Le dinamiche occupazionali. Analisi ciclica del settore delle costruzioni. Le nuove abitazioni. L’edilizia non residenziale privata. L’edilizia non residenziale pubblica. Le opere del genio civile. I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.
     
  4. Il mercato immobiliare residenziale e non residenziale:
    I cicli immobiliari 1958-2021. Stock immobiliare e valore di mercato. Compravendite. Nuovo e usato. Prezzi. Stima dell’invenduto. Dinamiche della domanda. Reddito, risparmio e capacità di accesso. Dinamiche territoriali.
     
  5. L’analisi della Produzione Edilizia:
    Analisi territoriale e tipologica della produzione di edilizia residenziale, edilizia non residenziale: numero edifici, volumi, abitazioni per aree territoriali.
     
  6. Le opere pubbliche:
    Stima e previsioni della spesa pubblica. Analisi dei bandi di gara e delle aggiudicazioni. Stato di attuazione delle opere della legge obiettivo. Partenariato Pubblico Privato. Facility management.

 

16:30

Coffee Break

 

17:00

  1. Il "bilancio" delle costruzioni:
    Analisi dei bilanci di 1.000 imprese della filiera delle costruzioni: imprese di costruzioni, società di ingegneria, produttori e distributori di materiali edili, sistemi e componenti.
     
  2. Focus:
    1. Scenari di una nuova politica industriale per le costruzioni: riqualificazione antisismica, protezione dal dissesto idrogeologico, energy tecnology, rigenerazione urbana, nuova architettura
    2. Digitalizzazione urbana: come le nuove tecnologie trasformano il vivere nelle citta’
    3. Dentro il mercato della riqualificazione: 90 miliardi di euro analizzati per la prima volta tipologicamente
    4. La geografia della ripresa delle costruzioni: mappa provinciale di chi cresce , chi è fermo e chi è ancora in recessione
    5. Il rischio sismico e idrogeologico in Italia: anteprima del 4° rapporto Cresme sullo "stato del territorio"
    6. Il consumo di suolo in Italia: e se l’edilizia non fosse il principale colpevole?
    7. Gli effetti del nuovo codice degli appalti sul mercato delle opere pubbliche e l’avvio di una nuova stagione di investimenti
    8. L’impatto di Brexit sulle costruzioni e sull’immobiliare in Italia e in Europa: bene o male?
    9. La rigenerazione delle aree ferroviarie: un’occasione per il rilancio delle città italiane
      a cura di sistemi urbani

 

18:30

Conclusione

 

CONVEGNO A PAGAMENTO, SCONTO ESPOSITORI SAIE 2016
ISCRIZIONI OBBLIGATORIE






Organizzatori



In collaborazione con


TORNA AL PROGRAMMA