Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    

Ediltrophy

Ediltrophy
location

Ingresso Costituzione

SAIE si conferma anche quest’anno il palcoscenico della finale di Ediltrophy, la gara di arte muraria, giunta alla sua VIII edizione, in cui giovani allievi ed esperti mastri delle Scuole Edili si confrontano per eleggere il muratore dell’anno. La finale, che si terrà il 17 ottobre 2015 all’interno del SAIE, e per la quale si prevede la partecipazione di 20 squadre provenienti da tutta Italia, ha come oggetto della sfida un manufatto ad alto tasso tecnologico e innovativo: un muro antisismico che dovrà rispettare i requisiti del progetto europeo di ricerca INSYSME.

 

Il manufatto scelto per la finale Ediltrophy 2015


Il progetto europeo di ricerca INSYSME, che vede coinvolti enti, università e imprese di sette paesi della Comunità Europea e della Turchia, ha ideato un sistema innovativo di tamponatura in laterizio che prevede l’inserimento di giunti deformabili all’interno della muratura.
Il carattere innovativo del sistema nato dalla sinergia tra ANDIL e Università di Padova, ha fatto sì che la realizzazione di un muretto prototipo secondo i criteri antisismici del brevetto venisse scelta, nell’ambito dell’attività dimostrativa del progetto di ricerca, come prova della finale nazionale dell’Ediltrophy 2015 che laurearà il muratore dell’anno.

 

ediltrophy-body3.jpg

 

Gli organizzatori


Nata nel 2008, Ediltrophy è la manifestazione organizzata dal Formedil, Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale in edilizia, in collaborazione con il SAIE. Patrocinata da Inail, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Consiglio nazionale geometri e geometri laureati e Andil, l’Associazione nazionale degli industriali dei laterizi, le cui aziende forniscono il materiale per la costruzione dei manufatti, l’edizione 2015 intende promuovere ancora una volta i temi dell’edilizia sostenibile e sicura.

 

I valori guida della manifestazione

Qualità, sicurezza e valorizzazione delle competenze di chi opera nel settore sono alla base del messaggio positivo che Ediltrophy intende veicolare attraverso il linguaggio ludico e condiviso dello sport.
Le selezioni regionali vengono di norma organizzate in spazi pubblici cittadini e nei centri storici con l’obiettivo di dare visibilità al lavoro svolto dalle Scuole Edili e sensibilizzare alle tematiche connesse alla formazione e alla sicurezza, diffondendo così un’immagine positiva del lavoro in cantiere. L’impegno dei muratori non resta vano perché negli anni i manufatti realizzati nel corso delle gare sono stati in molti casi donati alle amministrazioni comunali come arredi urbani.

Una vera e proprio gara sportiva

Organizzata sul modello di una gara sportiva, Ediltrophy è una competizione durante la quale alcune squadre, composte da una coppia di muratori, devono realizzare nel minor tempo possibile, un manufatto a “regola d’arte” su disegno tecnico proposto da Formedil in collaborazione con IIPLE.
In base all’età e all’inquadramento professionale dei componenti le squadre sono divise in due categorie: junior (apprendisti) e senior (mastri).

 

Le selezioni regionali e la finale al SAIE

Due sono le fasi in cui si articola Ediltrophy: una prima tornata di selezioni regionali o interregionali in cui si affrontano squadre provenienti dalle diverse Scuole Edili territoriali e una finale nazionale che si svolge tradizionalmente a Bologna nella giornata conclusiva del SAIE. Alla finale hanno accesso i primi classificati di ogni Regione.


La dichiarazione del Presidente di Andil, Luigi Di Carlantonio 


"L’industria italiana dei laterizi è da sempre orientata all’innovazione di prodotto ed alla ricerca, con particolare attenzione alla sicurezza ai terremoti. Dopo “Esecmase” e “Diswall”, dedicati alle murature strutturali, ANDIL sta attivamente partecipando al nuovo progetto europeo “Insysme”che si occupa dell’evoluzione tecnologica e progettuale delle tamponature antisismiche. C’è da dire che i sistemi di pareti di involucro, rivestimento faccia a vista e partizione interna in laterizio nelle strutture a telaio in c.a. sono senz’altro le modalità costruttive più note e maggiormente presenti nel panorama edilizio sia italiano che europeo e quindi occorre assolutamente migliorarne la conoscenza ingegneristica rispetto al comportamento sismico, soprattutto con il riconoscimento normativo di efficaci regole di progettazione. È questo che il settore si aspetta principalmente dai risultati finali della ricerca. In tale contesto, poter validare le soluzioni sviluppate attraverso dimostrazioni pratiche di progettazione e di costruzione di prototipi durante le gare delle Scuole Edili, ritengo sia una concreta operazione di verifica di impiego delle tecnologie sperimentate e possa rappresentare, ancora un volta, una valida opportunità di grande crescita collaborativa tra Andil e Formedil, dopo le positive esperienze degli ultimi anni al SAIE."

 

 

ALTRI EVENTI

Smart House Living

Smart House Living costituisce l’evento centrale di  SAIE Smart House  e ...


LEGGI

SAIE Academy

La scuola di formazione firmata SAIE.   SAIE è da oltre 50 anni uno degli elementi chiave ...


LEGGI

Area ricerca

  Innovazione e sperimentazione a SAIE Smart House Oltre 15 centri di ricerca    ...


LEGGI

Architechnology

Innovazioni e tecniche e applicative per il costruire sostenibile SAIE dedica grande attenzione ...


LEGGI

Premio RI.U.SO

RI.U.SO_4 Premio per la Rigenerazione Urbana Sostenibile  E' stato pubblicato sul sito ...


LEGGI