Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    

Da Ankara parte la rete internazionale di Saie

I temi del rinnovo, della riqualificazione sono presenti da sempre nella cultura architettonica italiana e in particolare dell’Emilia Romagna , temi che hanno trovato al Centro di Architettura di Ankara un momento di presentazione, di confronto e di interscambio con i colleghi architetti Turchi e con il mondo delle costruzione turco.

 

Obiettivo di Saie Conference era di gettare le basi per costruire una rete di rapporti e di occasioni con questo paese attivo e vitale, e l’obiettivo è stato pienamente raggiunto, grazie alla presenza di aziende e istituzioni italiane che hanno presentato il loro know how e la loro esperienza.

 

ankara2

 

Tra queste Gennaro Bracale, presidente di Solarspot, che dichiara ”Sono certo che tutti potremo avere significativi o incoraggianti frutti sia in termini di collaborazione culturale che di scambi commerciali. La globalizzazione dell’economia e la vocazione all’internazionalizzazione delle attività offrono in Turchia uno spazio molto ampio di riflessione e di azione con molto da offrire e da scambiare, attingendo agli stimoli della nostra e della loro storia, ma con sinergia di risorse, amplificandone e proiettandone gli effetti”.

 

Positivo anche il commento di Bruno Rosa, Responsabile Tecnico Ufficio Progettazione di Industrie Cotto Possagno: “La capacità organizzativa di BolognaFiere si è dimostrata all’altezza della situazione anche in questa occasione, nata da una felice intuizione in occasione della visita di una delegazione di professionisti turchi, ospitati nell’ottobre dello scorso anno al SAIE. Industrie Cotto Possagno SpA ha aderito con entusiasmo a questo interessante evento, che ritengo ottimamente concepito, per incontrare i protagonisti del boom edilizio della Turchia, in particolare nelle grandi città. La Conferenza di Ankara mi è parsa l’ideale porta di accesso per presentarci ad illustrare le peculiarità dei nostri prodotti, siano essi coppi o tegole in cotto, piuttosto che i sistemi di ancoraggio e posa o i coppi e tegole fotovoltaici. Il parterre sia di relatori che di ascoltatori è stato di alto livello, presenti rappresentanti di molti Ministeri e delle più importanti Società di Costruzioni”.

 

La presentazione delle operazioni di riqualificazione dell’Emilia dopo il sisma ha sollevato notevole interesse da parte dei rappresentanti del Ministero della Cultura e dell’Istruzione nonché da parte della Protezione civile Turca.

 

La Turchia è infatti il paese con il più alto rischio sismico nella zona del Mediterraneo e con tecniche costruttive molto simili a quelle italiane; ciò sta consentendo l’avvio di rapporti di collaborazione, confermati, nel corso di SAIE Conference ANKARA, anche dalle disponibilità a continuare il dialogo avviato con le imprese italiane presenti da parte di operatori turchi e dalle due associazioni di riferimento incontrate ad Ankara: TSMD – Associazioni degli Architetti Turchi e TMB – Turkish Contractor Association.

 

ankara

 

TSMD, Associazione degli Architetti Turchi, che ha collaborato con Saie nell’organizzazione delle due giornate, rappresenta il mondo della libera professione in Turchia, e si è presentato, dalle parole del suo Presidente che ci ha dato il benvenuto, come l’associazione che progetta 15 milioni di mq di edifici all’anno.

 

L’altro interlocutore di rilievo è stata l’associazione dei contractors turchi. Le imprese di costruzioni turche svolgono un ruolo di primo piano a livello internazionale e, il Segretario Generale Haluk BÜYÜKBAŞ di TMB – Turkish Contractor Association, nell’incontro con la delegazione Italiana coordinata da SAIE, ha presentato alcuni numeri che danno il quadro del comparto: dal 73 ad oggi gli associati di TMB hanno realizzato più di 7800 progetti in 104 Paesi per un valore complessivo di oltre 300 miliardi di Dollari.

 

Il lavoro di collaborazione avviato con le due associazioni continuerà nelle prossime settimane per portare interlocutori turchi a Saie 2015 ma anche per costruire progetti di cooperazione per operare all’estero.

 

supported by

 

EMROMAGNA