Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    

Innovazione e ricerca per le costruzioni. Materiali, tecnologie e soluzioni in mostra a SAIE Smart House

Dal 14 al 17 ottobre, il padiglione 26 di SAIE Smart House sarà il cuore dell’innovazione nel settore delle costruzioni: centri di ricerca, laboratori Universitari, CNR, ENEA, reti di imprese presenteranno progetti di innovazione tecnologica, risultati di ricerca avanzata e brevetti sviluppati in collaborazione con aziende del mondo delle costruzioni. 
 
Coerentemente con il focus di SAIE Smart House, dedicato alla riqualificazione dell’edilizia, l’area mostrerà nuovi materiali, soluzioni tecnologiche per il recupero e il consolidamento del patrimonio edilizio esistente, tecnologie per il rinforzo sismico, e sistemi per l’efficientamento energetico.  

Per la prima volta  e proprio a SAIE Smart House saranno presentati al grande pubblico prodotti di grande innovazione: dai sistemi innovativi in alluminio per la realizzazione di fondazioni per edifici in legno alle malte inorganiche con assenza di cemento per interventi di consolidamento, dai pannelli a base di canapa per la realizzazione di pareti portanti o di cappotti per edifici ai materiali ceramici ad alta funzionalità. E ancora saranno presentati due sistemi di monitoraggio fortemente innovativi: da un lato, un nuovo sistema di monitoraggio degli edifici che, testato sul Manhattan Bridge di New York, in tempo reale, durante una scossa, rileva il danneggiamento della struttura, dall’altro un sistema di monitoraggio real-time di ponti e viadotti di grande luce, dissipatori sismici, materiali compositi a matrice cementizia per il rinforzo di murature in laterizio e tante altre innovazioni.

Saranno oltre 15 i centri di ricerca presenti: oltre ai principali Laboratori Universitari (Università di Bologna, Università di Napoli Federico II, della Basilicata, di Brescia, La Sapienza di Roma e molti altri), saranno presenti due Laboratori del CNR impegnati nel mondo delle costruzioni, il Laboratorio Ivalsa (Istituto per la Valorizzazione delle specie arboree) e il Laboratorio ITC (Istituto per le tecnologie delle costruzioni). Grazie alla partecipazione dei due Laboratori del CNR, l’area espositiva quest’anno avrà il suo focus sulle tecnologie in legno, in particolare le tecnologie sperimentali per interventi di recupero strutturale e funzionale degli edifici.

Area ricerca