Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    

SAIE Smart House e SIE Salone dell’Innovazione Impiantistica per gli Edifici: due saloni insieme per il progettare, costruire, abitare ecosostenibile

Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere e Giuseppe Nardella Presidente del Gruppo Tecniche Nuove/Senaf hanno presentato oggi nel Teatro della Terra del Parco della Biodiversità che BolognaFiere ha realizzato e gestisce ad EXPO, la preparazione in corso della nuova iniziativa fieristica per l’edilizia che  Bologna Fiere e Senaf hanno deciso di organizzare insieme.

Nel Quartiere fieristico di Bologna  si terrà dal 14 al 17 ottobre SAIE, il Salone storico dell’edilizia italiana, che  inaugura il nuovo format SAIE Smart House dedicato appunto negli anni dispari  alla costruzione   e riqualificazione di edifici e città, mentre negli anni  pari come nel 2016 sarà SAIE BUILT ENVIRONMENT allargato anche alla costruzione e ingegneria del territorio e delle infrastrutture.

“Proprio da EXPO 2015  che lega il grandissimo tema “Nutrire il Pianeta“ a quello altrettanto decisivo del “Nuova Energia per la vita“, - ha dichiarato il Presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli - vogliamo ancora rafforzare l’impegno per questa nostra nuova piattaforma fieristica che vuole indicare la svolta radicale necessaria nell’industria delle costruzioni.  L’Unione Europea ha indicato l’obbiettivo 20 20 20, che significa meno 20 % di consumi energetici e di emissioni, e più 20% di fonti rinnovabili: questo risultato va realizzato soprattutto nella costruzione e riqualificazione energetica degli edifici e delle città”.

In contemporanea a SAIE Smart House 2015 si svolgerà anche la prima edizione di SIE - il Salone dell’Innovazione Impiantistica per gli Edifici organizzato da Senaf/Tecniche Nuove, che sarà dedicata a tutte le filiere produttive dell’impiantistica civile: termoidraulica, climatizzazione, energie rinnovabili e domotica in un’ottica di forte integrazione del sistema edificio-impianto all’interno della piattaforma di SAIE.

“Il patrimonio immobiliare italiano è notoriamente obsoleto e sono quindi tante le opportunità per gli operatori, soprattutto sul fronte della riqualificazione – afferma Giuseppe Nardella, Presidente di Tecniche Nuove e Senaf -. Ma per realizzare edifici più sicuri, intelligenti ed energeticamente più efficienti è fondamentale che in fase di progettazione ogni elemento venga valutato come parte integrante di un sistema, dagli impianti all’involucro. Le nuove tecnologie hanno infatti contribuito alla forte crescita dell’intera filiera dell’impiantistica, ed è per questo che il nuovo salone SIE, avvalendosi dell’esperienza del nostro gruppo di lavoro, composto da Senaf e Tecniche Nuove, va a completare il format di SAIE dedicato all’edilizia della casa”.
 

SAIE Smart House 2015 intende stimolare e sostenere una nuova politica industriale per il rilancio dell’edilizia: un rilancio che passa attraverso la realizzazione di reti, materiali e immateriali, per la modernizzazione e la rigenerazione di spazi urbani. Per questo, il nuovo format, è stato pensato come un percorso consistente in 3 grandi aree tematiche, divise ma tra loro integrate: dalla progettazione consapevole di un edificio all’abitare una casa responsabilmente, passando attraverso la costruzione sostenibile di un immobile.

 

PROGETTARE

Grande attenzione alla progettazione a SAIE dove da sempre gli sviluppatori di software e hardware per l’edilizia e le costruzioni trovano la più importante occasione di confronto con studi e progettisti sulle più importanti novità gestionali, per il calcolo e la computergrafica. All’interno dei padiglioni 32 e 33 saranno presenti ed ancora più numerose le più importanti aziende del settore per anticipare le necessità operative dei professionisti e dei tecnici del settore. Inoltre, AIST (Associazione Italiana Software Tecnico) presenta le nuove proposte di soluzioni software e servizi innovativi e una serie di incontri con gli specialisti della progettazione per le costruzioni, sulle applicazioni del BIM (Building Information Modeling) e molto altro ancora.

Sempre all’interno del Pad 33 ritorna l’area tematica:  All Digital Smart Building, mostra realizzata in collaborazione con CNA, dedicata a installatori, progettisti di impianti, ingegneri, architetti, imprese di costruzioni e amministratori di condominio per offrire ad aziende e professionisti uno spazio in cui documentarsi, informarsi e formarsi per sapere come realizzare l'edificio online.

 

COSTRUIRE

Materiali da costruzioni e sistemi costruttivi, tecnologie strutturali ed antisismiche, ingegneria del suolo e consolidamenti delle fondazioni, macchine e e impianti per la produzione edile ed il cantiere sono i protagonisti di un percorso dedicato alle innovazioni più significative all’interno dei padiglioni 25 e 26.

Nel padiglione 25 di SAIE torna Federbeton protagonista della filiera del calcestruzzo che, per il nuovo format SAIE Smart House, ha organizzato Concrete Innovation Value, un percorso tematico che si svilupperà dentro un’area-cantiere con al centro una grande arena in cui sarà illustrato, sotto vari punti di vista, il tema dell’innovazione nelle costruzioni (dai processi alle tecnologie, dai materiali alla sicurezza, dall’economia all’impatto sociale).

Rigeneriamoci è il manifesto dell’industria dei laterizi per l’edizione 2015 del SAIE, edizione che per l’ANDIL (Associazione Nazionale degli Industriali del Laterizio), partner storico del Salone, rappresenta un traguardo importante, quello dei suoi primi 70 anni di attività.  Per questa speciale occasione, la Piazza del Laterizio e della Ceramica (nata in collaborazione con ANDIL e Confindustria Ceramica) proporrà un fitto programma di incontri sulla riqualificazione e costruzione consapevole degli edifici.

Riduzione-Raccolta-Recupero-Riciclo dei materiali per l’edilizia: sono queste le tematiche al centro della seconda edizione di R Come Cantiere, l’iniziativa targata SAIE Smart House in collaborazione con FE.DA e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Novità 2015 è SAIE Hydrogeo: un’area informativa ed espositiva dedicata al tema del recupero e messa in sicurezza del territorio dal punto di vista idrogeologico.

 

ABITARE

Sono le tecnologie del Costruire Sostenibile per Abitare Sostenibile che caratterizzeranno il percorso espositivo del padiglione 21 e 22. Coperture, involucri e facciate leggere, tamponamenti edilizi, isolamenti e impermeabilizzazioni, complementi e soluzioni di efficientamento energetico, incrementano la loro presenza a SAIE Smart House di oltre il 20%, e si integreranno con l’esposizione di serramenti infissi, chiusure e finiture di interni proposti da SAIE 3 oltre a creare una forte relazione con il SIE – Salone dell’innovazione impiantistica degli Edifici , nell’attiguo padiglione 19, per rappresentare al massimo livello il sistema edificio - impianto che è già protagonista delle ristrutturazioni e rigenerazioni edilizie di oggi ed ancora di più lo sarà domani.

Altra grande novità di SAIE Smart House 2015 è la collaborazione con Nomisma e Nomisma Energia su RE-USE, RE-START per ri-pensare il mercato immobiliare, valorizzandolo e migliorandone l’appetibilità, attraverso alcune direttrici fondamentali:  un’offerta che sia credibile, un mercato sempre più internazionale, nuove politiche di gestione del territorio e nuove normative, in un’ottica di ri-generazione e ri-uso. Una ri-partenza che sarà raccontata attraverso una serie di workshop con i principali protagonisti del Real Estate.

Costruire Verde ospita l’area dedicata alle eccellenze made in Italy nel campo del verde strutturale e ornamentale: dove sperimentare e proporre soluzioni innovative per la qualità urbana ed il verde paesaggistico, tecnologico, verticale per un abitare sempre più eco-sostenibile.


SAIE ACADEMY
, all’interno del padiglione 26, si conferma anche per questa edizione protagonista dell’offerta formativa di SAIE dopo la grandissima partecipazione dello scorso anno con oltre 9.000 professionisti. Con una nuova proposta, in linea con il format ‘smart house’ del SAIE 2015, l’ACADEMY diventa una vera e propria alta scuola dell’innovazione tecnica, grazie anche al contributo dei Consigli Nazionali delle Professioni e la collaborazione delle Università italiane, che darà la possibilità a tutti i professionisti di seguire 28 corsi di alta formazione - con il rilascio di crediti formativi – distribuiti in 4 aree tematiche (Nuovi strumenti progettuali per una casa sicura ed efficiente; Riqualificazione funzionale, prestazionale ed energetica degli edifici; Recupero e consolidamento strutturale degli edifici; Professione e riqualificazione urbana). Un percorso formativo e di aggiornamento che offrirà ai professionisti soluzioni concrete ai reali problemi professionali che si trovano ad affrontare ogni giorno con le PA, i clienti, le imprese e i fornitori; un vero e proprio vademecum pratico e al tempo stesso di alto livello per le esigenze quotidiane della professione.

Si consolida l’Area della Ricerca che ospita 20 Centri di Ricerca e Laboratori Universitari, insieme al CNR, all’Enea e a diverse reti di Imprese. In questa area,  di oltre 2500 mq, saranno mostrati i progetti più innovativi nel campo dell’edilizia e delle costruzioni realizzate sia dai ricercatori italiani, che dalle aziende presenti. Oltre all’area espositiva delle nuove tecnologie, sarà possibile visitare un’area dedicata alla sperimentazione sugli edifici, in cui saranno illustrate anche le modalità di funzionamento delle attrezzature necessarie per la conoscenza completa di un edificio e delle sue prestazioni. Saranno inoltre presenti le Università italiane, con 20 programmi - che offrono agli studenti una conoscenza tecnica ed un’esperienza a livello internazionale -  a Corsi di Laurea Internazionale con programmi di Dual Degree (Doppia Laurea), Corsi di Master post-universitario, Corsi di dottorato Internazionale.

Sempre nel padiglione 26, accanto all’Area della Ricerca, Tecniche Nuove (leader italiano nell'informazione professionale con oltre 150 pubblicazioni specializzate), media partner di SAIE, ha organizzato ARCHItechnology, un ciclo di incontri informativi rivolti a tecnici e progettisti sulle tecnologie per la progettazione e le costruzioni: dalle tecniche di costruzione a secco al cemento biodinamico, dal self‐healing concrete ai m.e.m.s., dalla realtà virtuale ai geopolimeri per la stampa 3D di pareti.

Anche quest’anno il SAIE dedica particolare attenzione al know-how italiano nel Mondo, confermandosi ancora una volta piattaforma internazionale: seminari e workshop dedicati all’accesso delle aziende e dei professionisti ai mercati emergenti, ma anche incontri b2b per facilitare lo scambio e il confronto tra mercato italiano ed estero, nell’ottica di favorire la costruzione di importanti occasioni con ciascun Paese presente. A SAIE 2015 – in collaborazione con ICE e UnionCamere Emilia-Romagna ‐ saranno presenti delegazioni da Vietnam, Golfo Persico, Azerbaijan, Iran, Egitto, Marocco e Turchia.

Completano la piattaforma SAIE Smart House anche SMART CITY EXHIBITION, la manifestazione dedicata alle città intelligenti organizzata da BolognaFiere in collaborazione con Forum Pa, Ambiente & lavoro, manifestazione di BolognaFiere organizzata con Senaf, dedicata alla sicurezza sul Cantiere, e SAIE3 la manifestazione dedicata ai complementi per l’edilizia e serramenti, e la sostenibilità dell’abitare sia per gli interni che per l’outdoor.


Guarda la foto gallery
 

 

 

ABSTRACT DELLA PRESENTAZIONE DEL PRESIDENTE DI BOLOGNAFIERE DUCCIO CAMPAGNOLI

Da Expo Milano, l'architetto Cucinella su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo, l'architetto Mario Cucinella ci racconta la sua visione della manifestazione: tre giorni dedicati al confronto, al dibattito e alla discussione fra cittadini, professionisti ed amministratori, per fare uscire insieme le idee che guideranno la nuova edilizia.



GUARDA



Da Expo Milano, l'economista Marcatili su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo Marco Marcatili, economista Nomisma e Coordinatore progetto re-Use_SAIE, si sofferma sull'occasione che SAIE rappresenta per mettere al centro le politiche pubbliche e di rinnovamento industriale, e costruire una politica del ri-uso che guardi non solo all'edificio ma a come sono state costruite le città, cercando di mettere assieme visioni e occasioni di business per le imprese, in un percorso di 'intelligenza collettiva'.



GUARDA



Da Expo Milano, Il Presidente Campagnoli su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo, lo spazio progettato e realizzato da BolognaFiere in cui lunedì 29 giugno si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di SAIE 2015, il Presidente Duccio Campagnoli ci parla dell'evoluzione sostenibile del costruire: la manifestazione svilupperà infatti un nuovo concetto di edilizia che punti sulla riqualificazione, sul riuso, sul risparmio energetico e l'utilizzo di fonti rinnovabili.



GUARDA



Da Expo Milano, Norbert Lantschner su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo Norbert Lantschner, coordinatore scientifico di SAIE Smart House, ci descrive un nuovo modo di progettare e ricostruire il nostro paese, per contribuire a minimizzare le emissioni di gas serra cambiando i nostri comportamenti. L'edilizia è il traino della nuova economia, e il risparmio energetico permetterà di fare altri investimenti.



GUARDA



Da Expo Milano, Sergio Crippa su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo Sergio Crippa, Vice Presidente Italcementi e Presidente di FederBeton, anticipa che a SAIE 2015, nel settore del cemento e della sua filiera, la proposta sarà incentrata sul tema dell'innovazione. Una delle chiavi di sviluppo del sistema Italia sarà rilanciare il settore delle costruzioni, realizzando un patrimonio abitativo più sicuro ed energeticamente più efficiente.



GUARDA



Da Expo Milano, Alessandro Marata su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo, Alessandro Marata del Consiglio Nazionale Architetti traccia un bilancio delle precedenti partecipazioni a SAIE ed auspica una promozione culturale che possa portare alla sostituzione di parti della città, sul modello di quello che viene fatto in Francia con l'Agenzia Nazionale della Rigenerazione Urbana. Nel corso della mifestazione, attesi architetti da tutto il mondo per la premiazione del Premio Riuso



GUARDA



Perchè SAIE Re-USE? I workshop di intelligenza collettiva

Marco Marcatili, economista Nomisma e Coordinatore progetto REuse, su SAIE 2015: “Avremo 5 workshop: Re-Use, Re-Industry, Re-Energize, RE-Housing e Re-Finance. Abbiamo costituito un Comitato scientifico di alto profilo ed un Comitato operativo che ci aiuteranno ad imboccare strade concrete ed operative per realizzare tutto questo”.



GUARDA



Da Expo Milano, Giuseppe Nardella su SAIE 2015

Dal Biodiversity Park di Expo Giuseppe Nardella, Presidente Tecniche Nuove, esprime la sua visione sul mondo delle fiere: le manifestazioni devono essere un momento culturale, dove si possono trovare nuove idee sulle proprie attività; è importante credere nell'innovazione, ed investire in cultura.



GUARDA



Perchè SAIE Smart House? La filiera del cemento

Sergio Crippa, Presidente di FederBeton, su SAIE 2015: “Saie sarà l’occasione giusta per fare un approfondimento serio sull’innovazione, rigenerazione, ricostruzione e sul recupero delle aree dismesse. Le nostre aziende ed associazioni hanno fatto un lavoro importante che saremo lieti di approfondire a Bologna il prossimo Ottobre con voi”.



GUARDA



Perché SAIE Smart House Living? Le case tra 50 anni

Tecnologie all'avanguardia, materiali innovativi, progetti di rigenerazione urbana, nuovi modelli di sostenibilità, occasioni di incontro e di confronto per trovare risposte nuove alle esigenze di una società in grande trasformazione: ce ne parla Norbert Lantschner, coordinatore scientifico di SAIE Smart House



GUARDA